Cerchi motivi per spostare il tuo contact center nel cloud? Considera questi cinque. (Infografica)

Sebbene sia diventato quasi impossibile parlare del futuro dei contact center senza affrontare i vantaggi del cloud rispetto alle soluzioni on-premise, determinare se ora è il momento giusto per la tua organizzazione di fare il passo richiede un'attenta considerazione.

Ecco perché: il tuo contact center è indissolubilmente legato all'esperienza del cliente (CX) e la CX sta diventando sempre più un fattore determinante per stabilire se un cliente acquisterà da te, ora e in futuro. I contact center cloud avranno anche effetti operativi di vasta portata che vanno dall'aumento della produttività degli agenti alla riduzione dei costi.

Quindi, mentre la posta in gioco è alta, puoi ottenere vantaggi significativi se lo fai bene.

L'infografica qui sotto, basata sull'articolo, 5 segnali di cui hai bisogno per spostare il tuo contact center nel cloud, delinea i cinque segni che potrebbero indicare il momento di considerare la mossa. Se vuoi saperne di più, scarica l'articolo completo qui. E se sei pronto a dare un'occhiata più da vicino a come sfruttare il cloud per offrire una migliore esperienza al cliente, Richiedi una demo della soluzione di contact center cloud di Serenova, CxEngage.

Michelle Burrows è Chief Marketing Officer di Serenova, dove guida la strategia di marketing globale dell'azienda, lo sviluppo del marchio, le comunicazioni e la generazione della domanda. Prima di entrare in Serenova, Michelle è stata Vice President Marketing and Analytics presso Comcast Business, guidando il contact center per la fidelizzazione dei clienti. Prima di Comcast, ha ricoperto il ruolo di Vice President of Demand Marketing per inContact (NICE inContact) e ha ricoperto posizioni chiave di leadership presso Rally Software (CA Technologies), Verint Systems e Genesys Conferencing (West Corporation).