Lifesize consente alle aziende di tutte le dimensioni di offrire collaborazione video multi-party on-demand su qualsiasi dispositivo per soddisfare le esigenze di una forza lavoro sempre più mobile

Lifesize, una divisione di Logitech (NASDAQ: LOGI) (SIX: LOGN), ha introdotto oggi miglioramenti al suo portafoglio di bridging per fornire un supporto multiparte flessibile e virtualizzato con Multipunto UVC a grandezza naturale (ottimizzato per la risoluzione dei dispositivi mobili) e Lifesize Bridge, ora con clustering ad alta disponibilità. Lifesize sta rendendo il bridging flessibile e affidabile per supportare qualsiasi cosa, dalle videochiamate programmate con dozzine di partecipanti alle videochiamate mobili su richiesta. Queste nuove soluzioni di bridging migliorano il modo in cui le persone scelgono di lavorare, su richiesta e in movimento.

Una delle forze trainanti di questa nuova offerta è l'evoluzione del moderno ambiente di lavoro, con più lavoratori remoti, meno spazi fisici dell'ufficio e orari più flessibili. Con questo nuovo panorama arriva una nuova sfida: come collaborare in modo efficace e aumentare la produttività in un mondo sempre più mobile. Che il dispositivo prescelto sia un laptop, tablet, smartphone o una nuova applicazione software, le aziende non devono più affannarsi per fornire l'infrastruttura e il supporto necessari.

"La visione alla base della piattaforma Lifesize UVC è quella di cambiare radicalmente il modo in cui le aziende implementano l'infrastruttura video consolidando più applicazioni su un'unica interfaccia virtualizzata", ha affermato Michael Helmbrecht, vicepresidente e direttore generale delle soluzioni video di Lifesize. “Ora, abbiamo fatto un ulteriore passo avanti in questa visione con l'aggiunta odierna di Lifesize UVC Multipoint. Questa nuova offerta risponde alle esigenze del massiccio movimento BYOD in base al quale il potere che guida le nuove tecnologie si è spostato dall'azienda ai dipendenti stessi. Rispondiamo alle esigenze sia dei dipendenti che dell'azienda, offrendo una collaborazione video multiparti semplice da usare, gestire e scalare con prestazioni ineguagliabili in termini di prezzo".

Lifesize UVC Multipoint è la prima soluzione di videochiamata multiparte completamente virtualizzata e basata su standard per riunioni on demand. Lifesize UVC Multipoint è anche l'applicazione più recente sulla piattaforma Lifesize UVC, la prima piattaforma software del settore completamente integrata per l'infrastruttura video. A differenza di qualsiasi altra cosa sul mercato oggi, questo MCU basato su software presenta:

  • Scalabilità senza pari: Primo bridge di videoconferenza che può essere acquistato una porta alla volta ($ 1,499 US MSRP per porta); consente alle aziende di acquistare ciò di cui hanno bisogno ora e di scalare man mano che le esigenze crescono
  • Supporto BYOD: ottimizzato per risoluzioni mobili
  • Flessibilità: Offre una capacità flessibile della porta per consentire a più utenti

Lifesize Bridge, la soluzione di bridging più potente e di qualità più elevata del settore, ora supporta il "clustering ad alta disponibilità", il che significa semplicemente che due o più bridge possono essere collegati per agire come uno, offrendo enormi vantaggi all'utente e all'amministratore IT. Il clustering ad alta disponibilità su Lifesize Bridge offre i seguenti vantaggi:

  • Affidabilità tramite failover: le chiamate bridge rimarranno intatte, anche se si verifica un errore di sistema
  • Disponibilità della porta estesa: tutti i dipendenti avranno le risorse per effettuare chiamate multiple su richiesta ogni volta che ne hanno bisogno
  • Semplicità: un'interfaccia amministrativa, un dial plan
  • Distribuzione rapida: Nessun hardware aggiuntivo necessario; abilitare con una chiave di licenza

Per gli utenti che desiderano effettuare un investimento iniziale inferiore e scalare man mano che le esigenze della propria organizzazione crescono, Lifesize Bridge è ora disponibile con capacità entry-level inferiori, comprese 8 e 12 porte, con un'opzione di aggiornamento a 4 porte.

"Gli MCU basati su software sono una necessità assoluta per un'adozione più pervasiva delle videoconferenze aziendali", ha affermato Robert Arnold, responsabile del programma per le comunicazioni unificate e la collaborazione presso Frost and Sullivan. “Con la crescita esplosiva della comunicazione video su smartphone, tablet e notebook, i clienti hanno bisogno di una soluzione di bridging flessibile e scalabile, ottimizzata per questi dispositivi. Soluzioni come Lifesize UVC Multipoint sono essenziali per soddisfare la domanda del mercato all'apice di questa trasformazione del settore".