Kaptivo supporta la missione di apprendimento attivo dell'Università dell'Arizona College of Education
tabella dei contenuti

College of Education dell'Università dell'Arizona: un approccio progressivo all'apprendimento

In qualità di Direttore, Tecnologie per l'istruzione e l'apprendimento per il College of Education dell'Università dell'Arizona, Michael Griffith, MS (Tecnologia educativa), supporta docenti, studenti e personale nell'uso della tecnologia didattica per migliorare l'insegnamento e l'apprendimento.   

Il College of Education della U of A adotta un approccio progressivo all'insegnamento, sfruttando l'"apprendimento attivo" in classe. "Raramente in una classe di apprendimento attivo trovi qualcuno davanti alla stanza che parla, invece si tratta di collaborazione, impegno", ha detto Griffith. “Ora sappiamo che gli studenti imparano essendo in grado di collegare quella nuova conoscenza alle proprie esperienze e alle esperienze dei loro coetanei. Ciò che il professore sta dicendo potrebbe non risuonare, ma qualcosa che il loro pari ha detto potrebbe aiutare uno studente a interiorizzare completamente le informazioni".

La sfida: facilitare l'apprendimento attivo attraverso la "telepresenza"

Oltre a facilitare le esigenze del loro programma online, U of A sta perfezionando un nuovo formato che consente agli studenti con circostanze attenuanti che impediscono loro di venire in classe per seguire lezioni che normalmente vengono offerte solo faccia a faccia. L'obiettivo non è altro che integrare gli studenti in "telepresenza" nelle classi tradizionali offrendo la stessa capacità di coinvolgimento di un pari faccia a faccia. Quando si tratta di facilitare i bisogni degli studenti remoti, non è sufficiente assicurarsi che possano sentire e vedere, devono partecipare pienamente, come se fossero fisicamente presenti.  

Questo, sottolinea Griffith, implica l'assemblaggio del giusto mix tecnologico. Per facilitare le esigenze degli studenti di telepresenza, usa una combinazione di Zoom e Kubi, un robot che consente a qualcuno di essere "presente" a distanza in una riunione, controllando dove guardano e interagendo con le persone fisicamente presenti. Tuttavia, manca un elemento rimanente, in quanto anche con la possibilità di controllare ciò che stai guardando da remoto, ci sono ancora problemi di visibilità. Ad esempio, può essere difficile leggere cosa c'è sulla lavagna a causa di una serie di fattori come l'abbagliamento, gli ostacoli che bloccano lo schermo e la distanza.

“In precedenza... i gruppi sarebbero stati suddivisi in base alla geografia. Ora quegli studenti sono in grado di formare gruppi di apprendimento in base alla loro area di specializzazione. Gli studenti possono associarsi più liberamente per massimizzare la loro esperienza di apprendimento".

Michael Griffith, Direttore delle iniziative digitali, College of Education dell'Università dell'Arizona

Per Griffith, il momento "aha" per risolvere questo problema è arrivato quando stava studiando una soluzione che avrebbe consentito agli studenti ipovedenti di vedere il contenuto della lavagna da qualsiasi punto della stanza. Normalmente, gli studenti ipovedenti potevano sedersi solo in alcune parti della stanza per vedere, e anche quando lo facevano, non c'era alcuna garanzia che avrebbero avuto una visibilità adeguata. Griffith ha studiato una tecnologia chiamata Kaptivo che ha risolto questo problema digitalizzando e presentando il contenuto della lavagna incontaminato per intero.

Kaptivo fornisce l'ingrediente mancante nell'apprendimento della "telepresenza".

Kaptivo utilizza l'elaborazione digitale delle immagini brevettata per rendere una versione perfetta della lavagna. Assomiglia esattamente a quello che c'è sulla lavagna, ma meglio - nessun riflesso, sbavature o persone d'intralcio - e migliora la leggibilità e la nitidezza per una lettura più facile. Il dispositivo Kaptivo viene installato sopra qualsiasi lavagna standard cancellabile a secco e non utilizza penne, download o plug-in speciali. Puoi visualizzare la lavagna tramite l'app Kaptivo utilizzando un browser Web su qualsiasi dispositivo o condividerla tramite il tuo strumento di videoconferenza preferito come Zoom, Polycom, Blue Jeans, Lifesize e piattaforme LMS per l'istruzione come Canvas. Kaptivo registra automaticamente l'intera sessione di lavagna in tempo reale. Quando viene apportata una modifica significativa, una nuova istantanea viene salvata in una sequenza temporale, che puoi scaricare singolarmente o come PDF multipagina. Inoltre, con un solo "clic" i partecipanti possono creare le proprie "istantanee", che possono facilmente scaricare, salvare o condividere in qualsiasi momento durante la sessione.

Con Kaptivo, gli schermi aggiuntivi che presentano contenuti digitalizzati dalla lavagna principale possono essere posizionati in tutta la stanza per aiutare gli studenti ipovedenti a vedere i contenuti della lavagna indipendentemente da dove si trovano. Gli studenti possono anche accedere a un portale Web e visualizzare dal proprio dispositivo. Questo, tuttavia, si è anche rivelato "l'ingrediente chiave mancante" alla sfida della telepresenza. In combinazione con Kubi e Zoom, Kaptivo ha consentito agli studenti remoti di partecipare pienamente alle aule come se fossero lì. "L'unica cosa che non possono fare è stringere la mano a un altro studente", ha detto Griffith.

I risultati

Kaptivo ha notevolmente migliorato la qualità dell'apprendimento consentendo a tutti i membri della classe, compresi quelli che partecipano da remoto e quelli fisicamente presenti, di ottenere una visualizzazione perfettamente riprodotta di tutti i contenuti presentati su una lavagna. Gli studenti ipovedenti, che in genere siedono più vicino alla parte anteriore della stanza, ora hanno la libertà di sedersi dove sono più a loro agio. E con il recente aggiornamento del college a Kaptivo Cast, tutti i contenuti presentati su una lavagna possono essere salvati e condivisi con gli studenti in una sequenza temporale intelligente che preserva non solo le informazioni, ma il flusso logico con la lezione. Questo era particolarmente importante, sottolinea Griffith, perché gli studenti in precedenza dovevano aspettare fino al termine della lezione per scattare foto delle lavagne quando contesto e significato potevano andare persi.

In breve, con Kaptivo gli studenti possono concentrare la loro attenzione sull'esperienza di apprendimento immediata piuttosto che sul prendere appunti. "Stiamo assistendo a un cambio di paradigma che dice che non devi più essere una fotocopiatrice, ma puoi invece utilizzare i tuoi cicli cerebrali per interagire con il contenuto", ha affermato Griffith.

Grazie alla combinazione di Kaptivo, Zoom e Kubi, gli studenti di telepresenza, coloro che desiderano l'esperienza in classe ma non possono essere presenti fisicamente, possono ottenere un'esperienza di qualità altrettanto elevata che consente la loro piena partecipazione e interazioni significative con istruttori e colleghi nello stesso modo. Il programma di telepresenza è iniziato con una classe, ma si è rapidamente diffuso. Ora, il team di Griffith ha la capacità di supportare qualsiasi classe dell'università con questa esperienza.  

Per il College of Education, questa capacità ha fornito un vantaggio unico consentendo agli studenti con la stessa enfasi sull'istruzione di formare più facilmente gruppi in base alle loro aree di studio. “In precedenza, quando avevamo studenti a Chandler e studenti a Tucson, i gruppi sarebbero stati suddivisi per area geografica. Ora quegli studenti sono in grado di formare gruppi di apprendimento in base alla loro area di specializzazione. Gli studenti che studiano per diventare insegnanti di inglese, matematica, scienze, ecc., possono associarsi più liberamente per massimizzare la loro esperienza di apprendimento", ha affermato Griffith.