Prassi ottimali per le soluzioni di rete video

Non tutti i video sono uguali

Lifesize: linee guida alle prassi ottimali per le soluzioni di rete video

È risaputo che le videoconferenze rappresentano un concentrato di produttività in ufficio: a livello di utenza, infatti, consente di migliorare l'engagement dei dipendenti e di creare un maggiore senso di comunità tra team dislocati in diverse parti del mondo. Anche i reparti informatici, però, ne ricavano dei vantaggi. Le soluzioni "tutto in uno" come Lifesize sostituiscono i tradizionali servizi di conferenza audio, offrendo servizi audio, video e web in un'unica applicazione dotata di una forte integrazione con le videocamere per sale conferenze e i telefoni touchscreen per conferenze. Si tratta di una soluzione semplice da utilizzare e facile da gestire per il reparto IT. Ricorda però che non tutti i video sono uguali.

Tra i videoclip che guardi su internet e le videoconferenze live che si tengono in ufficio ci sono due differenze importanti. Per prima cosa, i videoclip trasmessi in streaming, come i classici video di gattini, sono pensati per scaricare parte del filmato in anticipo, in modo tale da far fronte ad eventuali instabilità della rete durante la riproduzione. Il secondo aspetto è che, se anche il video che stai guardando su YouTube ci impiega qualche secondo in più a caricarsi, non ti verrebbe mai in mente di inviare un ticket all'assistenza tecnica. La videoconferenza, al contrario, si basa su pacchetti di dati che vengono inviati e ricevuti in tempo reale e in maniera costante, per garantire una chiamata nitida in cui vengono trasmessi correttamente gesti, inflessioni e parole.

Quando si cerca una soluzione per videoconferenze è importante riesaminare la topologia della propria rete per capire se è possibile ottimizzarla e garantire la migliore esperienza possibile agli utenti finali. Ricorda che la maggior parte delle configurazioni sono già pronte all'uso e trasmettono video alla perfezione senza alcuna modifica. I consigli presenti in questa guida sono stati progettati per far sì che tu possa ottenere il massimo dalla rete, presentandoti alcune considerazioni chiave su larghezza di banda, architettura e sicurezza della rete.

Di quanta larghezza di banda ho bisogno?

La prima domanda di molti tecnici informatici su un sistema di videoconferenze non riguarderà la risoluzione da 1080p o il supporto dell'ultimo pacchetto di emoticon, ma i requisiti della banda. Per capirci, una videochiamata punto-punto tra due utenti o luoghi utilizza circa 2 Mbps di larghezza di banda in download e 2 Mbps in upload su entrambi i lati, poiché, durante una chiamata live, entrambi i gruppi ricevono e inviano pacchetti di dati. Questi requisiti sono stati pensati per assicurarti che la chiamata venga eseguita senza problemi e con la migliore qualità possibile (o, dalla prospettiva di un informatico, per ridurre al minimo le possibilità che l'assistenza riceva ticket su questo argomento).

A meno di non implementare una singola sala per videoconferenze con regole di utilizzo individuale molto severe, è probabile che ti troverai a gestire più chiamate effettuate in simultanea. In realtà si tratta di un'ottima cosa, sia per l'adozione del sistema sia per la produttività. Fatto salvo per i sistemi di allarme, un uso elevato è solitamente un aspetto positivo. Secondo i dati raccolti sull'utilizzo complessivo del servizio di Lifesize, un'azienda standard dovrebbe riuscire a coprire almeno il 5 % di usi simultanei, pari a cinque chiamate contemporanee per ogni 100 utenti che condividono una stessa connessione internet. Le imprese che credono di dover ricorrere a un uso più consistente possono includerlo nei propri calcoli. Inoltre, è importante integrare un 10 % aggiuntivo di costi fissi per provvedere a segnalazione della chiamata e pacchettizzazione.

Formula della larghezza di banda per videoconferenze

Ora che conosci i requisiti minimi, è giunto il momento di pensare alla larghezza di banda di cui disponi e all'attuale carico a cui viene sottoposta. La larghezza di banda non utilizzata può rappresentare un lusso dispendioso, perciò la maggior parte delle aziende preferisce acquistare l'esatta quantità di cui necessita. Se i requisiti per la larghezza di banda dei video rientrano nella quota non utilizzata, sei pronto a passare all'azione. In caso contrario, potresti chiamare l'ISP per aumentare la quantità di dati e ottenere una qualità migliore.

Gestione delle imperfezioni di internet

Come tutte le cose, anche Internet ha le sue imperfezioni. Per quanto il tuo ufficio possa essere equipaggiato al meglio, con la larghezza di banda consigliata, potranno comunque verificarsi momenti di instabilità dei pacchetti per via di interruzioni della rete. Per fortuna, abbiamo già pensato a tutto. Lifesize comprende tre livelli di gestione della perdita di pacchetti e delle imperfezioni di Internet, per far sì che le tue conversazioni possano continuare senza problemi.

Mascheramento degli errori

Lifesize sfrutta l'efficientissimo codec audio Opus con mascheramento degli errori integrato, che rende impossibile accorgersi della presenza di artefatti fino ad un 20 % di perdita di pacchetti. Anche le trasmissioni video comprendono il mascheramento degli errori, per offrire una ricostruzione continua dei dati persi grazie all'uso degli ultimi frame e pezzi noti (chiamati micro blocchi). La nostra tecnologia di mascheramento degli errori costituisce la prima linea di difesa e consente di mascherare i pacchetti persi.

Correzione degli errori

In caso di ampie perdite di dati, la correzione dell'errore si attiverà per ricostruire matematicamente e riempire i vuoti sul frame di dati più recente. In questi casi, viene data priorità all'audio, in modo da far proseguire la conversazione mentre vengono ripristinati i dati.

Controllo della velocità

Lifesize è progettato con la possibilità di diminuire la velocità di una chiamata per adeguarsi ai limite della larghezza di banda. Se non si riescono più a inviare o ricevere i 2 Mbps consigliati, la chiamata si adeguerà automaticamente alla tua risoluzione, in modo da sfruttare al massimo la larghezza di banda disponibile. La modifica non riguarderà gli altri partecipanti alla chiamata, i quali continueranno a inviare e ricevere la stessa quantità di dati e a godere di una chiamata della massima qualità. Come nella correzione degli errori, anche nel controllo della velocità viene data priorità all'audio in caso di instabilità di Internet.

L'architettura cloud di Lifesize è costruita per appoggiarsi il meno possibile a Internet e alla tua larghezza di banda. Quando effettui chiamate o meeting Lifesize con partecipanti dislocati in tutto il mondo, invece di attraversare l'intera distanza sulla rete Internet, la chiamata viene indirizzata al PoP IBM SoftLayer più vicino, dove salta sulla rete fibra ultraveloce e naviga in tutto il globo. In questo modo la chiamata non passa in continuazione da un provider all'altro come invece accade su Internet, una caratteristica che aumenta la latenza e produce una chiamata di una qualità notevolmente inferiore. La relazione tra Lifesize e IBM Cloud è stata pensata per non scaricare sul tuo team IT la manutenzione giornaliera e l'affidabilità della connessione, offrendoti in ogni caso la migliore qualità video possibile.

Immagine della telecamera Lifesize Icon 450 Monitoraggio dello stato in tempo reale

Il monitoraggio dello stato di Lifesize Icon utilizza le analitiche dei dati per avvertire il team informatico di eventuali errori rilevati nella rete. Dopo l'attivazione comincerai a ricevere avvisi per qualsiasi eventualità, dai cavi scollegati agli errori di registrazione PBX, a casi di eccessiva perdita di pacchetti. Scopri tutte le informazioni.


Architetture della rete video

Come la larghezza di banda, la tua topologia di rete può avere un impatto positivo o negativo sull'intera esperienza di videochiamata. Di seguito, abbiamo elencato i principali tipi di architettura di rete che incontriamo di solito. A seconda del settore e della dimensione della tua azienda, consigli e requisiti possono variare, al fine di migliorare il traffico video all'interno della tua rete.

Videoconferenze Lifesize: diagramma di una topologia di rete semplice.Reti per piccole e medie imprese

Le piccole aziende con una o due sedi in genere dispongono di ambienti informatici molto semplici. In questi contesti si utilizzano reti indipendenti senza alcuna interconnessione, oppure si impiegano tecnologie IP-VPN come i tunnel VPN Internet Protocol Security (IPsec) VPN per collegare i propri uffici e utenti tramite client VPN. Queste reti hanno solitamente uscite internet localizzate in ogni sede d'ufficio.

Una simile architettura di rete si presta perfettamente alle soluzioni cloud, perché invece di dover attraversare una connessione WAN (Wide Area Network) per raggiungere Internet, il percorso verso i margini della rete è molto più breve. Questo è particolarmente importante per le applicazioni in tempo reale come i video, poiché meno passaggi comportano una minore latenza.

Reti medie, ampie e aziendali

Le aziende più grandi di solito hanno un tipo di WAN che si estende a più uffici o addirittura su diversi continenti. Per questo implementano un insieme eterogeneo di connettività IP-VPN e MPLS che collega le varie sedi ma che solitamente non ha uscite internet locali. Al contrario, impiegano spesso uscite centralizzate o regionali collocate nella stessa posizione di altre infrastrutture e soluzioni di immagazzinaggio.

Questo significa che il traffico degli utenti che effettuano chiamate dagli uffici senza un'uscita internet verrà indirizzato attraverso i collegamenti WAN aziendali, spesso dimensionati in modo da offrire la prestazione minima accettabile per via dei costi elevati. L'esperienza di chiamata, tuttavia, può esserne influenzata negativamente, soprattutto quando non viene predisposta una larghezza di banda per i collegamenti WAN in grado di supportare il tuo traffico video. L'aggiunta di QoS (Quality of Service) alle reti può aiutare a rendere prioritario il traffico che attraversa tali collegamenti, ma si tratta di un sistema che interviene solo quando i collegamenti sono già quasi intasati oppure sovrautilizzati tanto da provocare la perdita di pacchetti.

Scaricare sulla propria sede locale o regionale traffico in tempo reale che esige un'ampia larghezza di banda ed è intollerante alla latenza richiede meno lavoro per i collegamenti WAN. E, poiché spesso è più conveniente espandere la larghezza di banda che la connettività WAN, l'idea di utilizzare il cloud per supportare il traffico relativo alle comunicazioni in tempo reale risulta logica e valida per il futuro, se non da subito.

Videoconferenze Lifesize: diagramma di una topologia di rete complessa.Le tue soluzioni MPLS e IPsec possono rivelarsi adatte a connettere i drive di rete, poiché se anche bisogna aspettare qualche minuto in più per inviare un file, in genere non è un grosso problema.Al contrario, le comunicazioni video in tempo reale sono molto poco tolleranti a perdite o ritardi. Per i video, un ritardo superiore ai 200 ms diventa eccessivo.

1. IPsec raggruppa efficacemente i pacchetti dei dati video in pacchetti di dati di sicurezza aggiuntivi, aumentando significativamente la dimensione della chiamata e riducendone la qualità.

2. I canali MPLS in genere sono molto più piccoli dei canali Internet pubblici, cosa che può causare ingorghi sulla rete, finendo per compromettere la qualità delle tue videochiamate.

3. Con circuiti pubblici individuali in ciascun ufficio, puoi scaricare il grosso del traffico video in tempo reale dalla tua rete WAN approfittando della connettività globale a banda larga e a bassa latenza offerta dalla rete Lifesize e da IBM SoftLayer

Una base sicura per videochiamare in sicurezza

Agli albori della videoconferenza, era necessario avere un hardware in loco che creasse un percorso a due vie per i dati che entravano e uscivano dalla propria rete privata, con un sistema in cui il traffico in entrata poteva creare notevoli problemi di sicurezza. Con Lifesize, non ti chiederemo mai di aprire a Internet le porte della tua rete privata. Non ti chiederemo di modificare le impostazioni di sicurezza che hai stabilito per Internet e non ti faremo spendere più di quello che serve per sentirti tranquillo in materia di sicurezza. La nostra architettura ti consente di mantenere il software client e i sistemi per sale riunioni Lifesize protetti dietro il firewall e gestisce l'attraversamento tramite nodi di chiamata globali.

Il software client e i sistemi per sale riunioni Lifesize non richiedono l'apertura delle porte in entrata del firewall da Internet. Non occorrono più indirizzi IP pubblici statici né configurazioni complicate di port forwarding del firewall e NAT statico (network address translation). Per l'impostazione delle chiamate e dei contenuti multimediali, Lifesize fa uso solo di connessioni in uscita TCP/UDP. Si tratta di connessioni avviate sempre dall'utente finale di Lifesize o dal software client per stabilire micro-accessi e tecniche di PAT dinamiche. Queste connessioni sono sempre dirette a uno dei nostri nodi di chiamata globali presenti su un elenco specifico di indirizzi IP host pubblicati e ammettono regole fortemente personalizzate per i firewall.

Per maggiori informazioni su certificazioni di conformità, funzionalità di sicurezza interne ai meeting, autenticazione e politiche sulla privacy consultare il documento Panoramica sulla sicurezza di Lifesize. Quando si tratta delle conversazioni top-secret della tua azienda, per noi la sicurezza è sempre una priorità.

Dove finisce la rete

In quanto professionisti IT, possiamo occuparci di preparare il terreno di lavoro a dovere, massimizzare la larghezza di banda e posizionare perfettamente tutte le linee, ma dobbiamo accettare il fatto che non potremo mai controllare tutto. Per questa ragione, è molto importante affidarsi al proprio provider per creare un servizio che funzioni in modo efficiente e supporti quanti più scenari possibili. Dai telelavoratori che si collegano dalle proprie case ai commerciali in viaggio, che effettuano l'accesso dalle peggiori reti wifi pubbliche del mondo, Lifesize è stato pensato per collaborare con il tuo team sulla gamma di dispositivi e condizioni di rete più ampia disponibile. Mascheramento e correzione degli errori sono stati sviluppati per aiutarti a porre rimedio alle imperfezioni della rete e le opzioni solo audio sono disponibili componendo numeri locali in più di 60 paesi, se le reti esistenti sono molto instabili o incapaci di supportare i video.

Per maggiori informazioni su argomenti quali reattività della rete e architettura del cloud Lifesize, consulta la Community di Lifesize, un luogo dove migliaia di clienti, partner e utenti di Lifesize si incontrano per condividere, chiacchierare e scambiarsi idee al riguardo. Puoi anche fissare una visita in loco per effettuare una valutazione e ottimizzazione completa della rete.

Hai bisogno di ulteriore assistenza?
Contatta uno dei nostri rappresentanti di vendita locali.